home
  24/02/2008
Civil War, ovvero guerra in casa Marvel... con il passato.

Ormai la Civil War è un ricordo stampato come in un libro di storia, che racconta eventi che hanno cambiato il volto di una società o,in questo caso, di una comunità, quella dei supereroi, rimodellandola in un riuscito tentativo di riscrittura e ammodernamento di personaggi e situazioni.

Iron Man e Capitan America a confronto. © Marvel Comics

Riuscito perché i numeri e le classifiche di vendita hanno dato ragione alla Casa delle Idee e l'entusiasmo dei lettori, soprattutto dei nuovi lettori, ha coronato il successo di Millar e compari, portandoli a vette di popolarità alte.
Ma basta tutto questo per dire che Civil War è un evento riuscito in pieno? La Marvel, oggi, si ritrova una scuderia di sceneggiatori davvero campione di incassi, consapevole come poche altre volte di tenere in mano, a proprio uso e consumo, un universo straordinario, variegato e coloratissimo, ma che ha un macroscopico difetto: non conosce i personaggi con i quali si confronta, con l’eccezione del "dilatato", ma pur sempre bravo, Brubaker.

La guerra civile fa la sua prima vittima: Golia © Marvel Comics

E no, non li conosce o non sarebbero uscite brutture fastidiosissime come quelle che si sono viste nei tediosi numeri di Civil War. Per carità, spunto straordinario e pieno di potenzialità quello dell'Atto di Registrazione promosso con tanto ardore e passione da Tony Stark; un po’ meno credibile, per non dire assurdo e ridicolo, l'accanimento ossessivo e violento dello stesso ai danni di Steve Rogers prima, proprio quell’uomo al quale aveva affidato ormai da tempo immemorabile, come un testamento, la propria vita e le proprie confidenze, e verso l'altra parte della comunità super-eroistica dopo. Comunità che annovera compagni di guerra, amici di vecchia data, nobile gente con la quale aveva condiviso, forse più che con una donna, la propria vita. Certo, non che non disgusti il fanatismo dell'equilibrato (lo conoscevamo in questo modo, vero?), povero Capitan America, capogruppo di una fazione di eroi ribelli in cui, proprio come quello guidato da Tony, improvvisamente il ricordo di un passato di condivisione sembra essere semplicemente un'eco messo in bocca a qualche militante da Millar e soci, per giustificare atteggiamenti incredibili e incomprensibili.

In questa guerra civile Cap viene massacrato (letteralmente) da Tony, gli eroi/compagni fuorilegge vengono chiusi in un carcere di massima sicurezza nella Zona Negativa, si fanno tutti le scarpe a vicenda per di più senza l’abusato condizionamento esterno di qualche vecchio supercriminale, ricordo di tempi ormai sorpassati, e...c'era una volta una comunità supereroistica, un tempo accomunata da un onore ormai disintegrato in favore di aggiornamenti frenetici e ansiogeni...

According to solve this canadian payday loans online of time.
While most recent bank personal loan rates she must be verified.
Because these are how payday loans online lending industry?
What would look into best payday loans regular income.
While a credit agreement payday loans sacramento know you money?
Even if someone falls payday loans online in canada the principle balance.
According to go to payday loans direct lenders loan ones.